Sept. 21-26, 2021 Whistling Straits, Kohler, WI

An Event like no other

The Ryder Cup has become one of the world’s greatest sporting events. Every two years, 24 of the best players from Europe and the United States go head-to-head in match play competition. Drama, tension, incredible golf, camaraderie and sportsmanship are served in equal measure, captivating an audience of millions around the world. It’s an event that transcends sport, yet remains true to the spirit of its founder, Samuel Ryder.
1927–PRESENT
us.png
USA
27
Vittorie
eu.png
Europe
14
Vittorie
  • 43
    Numero di Eventi
  • 1012
    Numero di Partite
  • 363
    Numero di Giocatori
Era 1

Early Years

1927 - 1937
  • 1929

    7
    uk.svg
    George Duncan
    GB Capitano
    5
    us.png
    Walter Hagen
    USA Capitano
    Moortown Golf Club, Leeds, England
    Un folto pubblico, stimato intorno alle 10.000 persone, si presentò entrambi i giorni per assistere alla rivincita della Gran Bretagna, che vinse per 7-5 sulla squadra capitanata da Walter Hagen. Al Moortown Golf Club, dopo essere rimasta sotto per 2,5 a 1,5 durante i foursome della prima giornata, la squadra di casa giocò in modo brillante nei singoli. La Ryder Cup ha segnato il debutto del 22enne Sir Henry Cotton, che avrebbe poi vinto tre volte l'Open Championship. Fu la prima volta nella storia della Ryder Cup in cui due fratelli, Charles ed Ernest Whitcombe, gareggiarono insieme. E fu probabilmente il gesto di cortesia di Hagen a costare la vittoria agli Stati Uniti. Durante uno degli incontri più avvincenti della storia della Ryder Cup, Duncan stracciò Hagen con un 10 e 8. Nel frattempo, il britannico Archie Compston sorpassò Gene Sarazen con un 6 e 4, e Sir Henry Cotton vinse su Al Watrous con un 4 e 3, aggiudicandosi il trofeo della Ryder Cup.
    Ryder-Cup-History-1929.jpg
    GREAT BRITAIN EVENS THE SCORE AT 1-1
  • 1931

    9
    us.png
    Walter Hagen
    USA Capitano
    3
    uk.svg
    Charles Whitcombe
    GB Capitano
    Scioto Country Club, Columbus, Ohio
    Le cause della facile vittoria per 9 a 3 sulla Gran Bretagna allo Scioto Country Club possono essere attribuite più alle circostanze precedenti la Ryder Cup che non al caldo soffocante, che gli americani sfruttarono a loro vantaggio nei singoli della seconda giornata. Ai britannici mancavano tre dei loro migliori giocatori, per due motivi: il Deed of Trust della Ryder Cup, il suo atto costituivo originale, stabiliva che tutti i membri di entrambe le squadre dovessero essere nati e residenti nel paese che rappresentavano. Percy Alliss era legato al Wansee Club di Berlino (anche se tornò in Inghilterra quello stesso anno con la moglie e il figlio Peter) e Aubrey Boomer era membro sia del St. Cloud di Parigi, sia del Royal Golf Club del Belgio. Sir Henry Cotton venne escluso poiché aveva preferito rimanere negli Stati Uniti dopo la Ryder Cup, tanto che aveva organizzato da solo il proprio viaggio. La Professional Golfers’ Association (PGA) della Gran Bretagna cercò di convincere Cotton a unirsi alla squadra per la durata della Ryder Cup, ma non riuscì a trovare un accordo, dal momento che Cotton si era già iscritto in precedenza ad alcuni eventi in America. Durante la gara allo Scioto, il capitano Walter Hagen unì le forze con il debuttante Denny Schute, vincendo i foursome per 10 e 9 su George Duncan e A.G.Havers. Più tardi, Hagen si aggiudicò una straordinaria vittoria per 4 e 3 ai singoli su Charles Whitcombe.
    Ryder-Cup-History-1931-GB.jpg
    U.S. ROLLS TO EASY VICTORY AT SCIOTO
  • 1933

    61/2
    uk.svg
    JH Taylor
    GB Capitano
    51/2
    us.png
    Walter Hagen
    USA Capitano
    Southport and Ainsdale Golf Club, Southport, England
    Gli Stati Uniti dovevano ancora stabilire il proprio dominio sul golf mondiale, e né i britannici né i loro ospiti avevano mai vinto sul suolo avversario. Gli appassionati di golf britannici non avrebbero mai pensato che questa emozionante vittoria per 6,5 a 5,5 sarebbe stato l'ultimo successo del loro paese nella Ryder Cup per i successivi 24 anni (che però includono i sei della seconda guerra mondiale).

    Con 15.000 spettatori che seguivano entusiasti ogni movimento dei giocatori, l'ultimo incontro dei singoli si dimostrò uno dei finali più emozionanti nella storia della Ryder Cup. Il britannico Syd Easterbrook e l'americano Denny Shute erano temporaneamente pari all'ultimo green, con entrambi i putt per il par a circa nove metri dalla buca. Easterbook colpì per primo e portò il suo approccio in zona tap-in. Shute mandò il suo primo putt più di un metro oltre la buca e mancò anche il putt di ritorno. Il trofeo tornò alla Gran Bretagna, che pareggiò la serie con un 2 a 2.

    Questa fu l'ultima edizione della Ryder Cup a cui partecipò l'omonimo Samuel Ryder. Morì nel 1936. Shute, nel frattempo, si era ripreso dall'amara sconfitta vincendo l'Open Championship a St. Andrews, in uno spareggio con l'americano Craig Wood.
    Ryder-Cup-History-1933.JPG
    GREAT BRITAIN TRIUMPHS IN ENGLAND AGAIN
  • 1935

    9
    us.png
    Walter Hagen
    USA Capitano
    3
    uk.svg
    Charles Whitcombe
    GB Capitano
    Ridgewood Country Club, Ridgewood, New Jersey
    La Gran Bretagna inviò il triumvirato dei fratelli Whitcombe (Charles, Ernest e Reg), ma questi poterono ben poco per controbilanciare il vantaggio dei padroni di casa, che furono favoriti dal gioco di Walter Hagen, Gene Sarazen, Paul Runyan e Horton Smith, oltre che dal duo Henry Picard e Johnny Revolta nei foursome di apertura. Picard e Revolta ottennero la vittoria con "minor margine" rispetto agli altri tre gruppi di star americane, avendo la meglio su Percy Alliss e Alf Padgham per 6 e 5.

    Hagen, all'ultima gara della sua straordinaria carriera nella Ryder Cup, fece coppia con Sarazen per un dirompente 7 e 6 su Alf Perry e Jack Busson. Il duo dei britannici Charles ed Ernest Whitcombe portò all'unica vittoria ai foursome, con un 1 up su Olin Dutra e Ky Laffoon. Tuttavia, il capitano Charles Whitcombe scelse di non partecipare ai singoli in quanto, apparentemente, riteneva che far gareggiare tutti e tre i Whitcombe non sarebbe stato giusto nei confronti degli altri compagni di squadra. Hagen fece la stessa cosa, guardando felice dalla tribuna la sua squadra dominare per 6 a 2 nei singoli e per 9 a 3 in totale. Hagen si ritirò dalla competizione che aveva aiutato a far nascere con un record di 7-1-1.
    Ryder-Cup-History-1935.jpg
    HAGEN RETIRES AS PLAYER AFTER BIG U.S. WIN
  • 1937

    4
    uk.svg
    Charles Whitcombe
    GB Capitano
    8
    us.png
    Walter Hagen
    USA Capitano
    Southport and Ainsdale Golf Club, Southport, England
    La prima vittoria di una squadra americana della Ryder Cup su suolo britannico fu ottenuta da un gruppo ben bilanciato, di cui facevano parte il debuttante Sam Snead, finalista all'U.S. Open di quell'anno, Byron Nelson e Ed Dudley. Walter Hagen ricoprì il ruolo di capitano non giocatore per la prima volta, mentre la squadra affrontava le condizioni meteo peggiori di tutta la storia della competizione. Gli Stati Uniti si portarono in testa per 2-1-1 dopo i foursome del primo giorno, e si prepararono per gli otto singoli del secondo, da giocare sotto una pioggia battente che durò per quasi tutta la giornata. A metà dell'ultima giornata, Sir Henry Cotton riuscì a strappare una vittoria per 5 e 3 su Tony Manero. Ciò portò a un pareggio per 4 a 4, che diede temporaneamente speranza ai britannici.

    Gli incontri singoli, giocati su 36 buche, tuttavia, prevedevano una "interruzione". All'ora di pranzo, gli americani si trovavano in vantaggio in tre degli ultimi quattro singoli, e l'ultimo punto per i britannici venne guadagnato da Percy Alliss, con un vantaggio di 1 up su Gene Sarazen dopo 18 buche. Alliss accumulò gradualmente vantaggio su tre buche, prima del recupero di Sarazen e del pareggio temporaneo dell'incontro alla fine della 14ª. Alla 15 par 3, il tee shot di Alliss trovò il green. Il tee shot di Sarazen rimbalzò su uno spettatore per poi finire anch'esso sul green. Sarazen non perse l'occasione e imbucò il putt del birdie, concretizzando il vantaggio con una vittoria per 1 up. Gli americani proseguirono fino a vincere i tre incontri finali, fra cui spicca la vittoria per 5 e 4 di Sam Snead su Richard Burton. Il conteggio finale fu di 8 a 4 per gli americani.

    La Ryder Cup si sarebbe dovuta ripetere nel novembre del 1939 al Country Club di Ponte Vedra (Florida), ma le scure nubi della guerra si stavano rapidamente accumulando sui cieli d'Europa. La competizione non si tenne per il decennio successivo.
    Ryder-Cup-History-1937.JPG
    UNITED STATES EARNS FIRST VICTORY IN ENGLAND
Sign Up for our Newsletter
Enter your email address to receive updates on changes in rankings and important announcements.
We appreciate your interest in and excitement for The Ryder Cup. We will be sharing important updates as they become available.
There has been an error in your submission. Please try again.