Sept. 21-26, 2021 Whistling Straits, Kohler, WI

Dopo aver selezionato le sue tre prime scelte, il capitano Pádraig Harrington ha adesso a disposizione la sua squadra al completo, composta dai 12 giocatori che disputeranno la Ryder Cup 2020 in programma a Whistling Straits, Wisconsin.

Il team Europa include x golfisti reduci dall'esperienza vittoriosa della Ryder Cup 2018; la squadra di Harrington proverà a tenersi stretto il titolo ottenuto e a riportarlo in Europa, alla fine di quella che sarà un’affascinante settimana nel Wisconsin, negli Stati Uniti.

Ma andiamo a conoscere più da vicino i componenti della squadra.

Paul Casey

Dopo la brillante prestazione alla Ryder Cup 2018, per cui è stato selezionato dal capitano Thomas Bjørn, Casey si è qualificato automaticamente nel team grazie alla posizione occupata nella World Points List.

Il 15 volte vincitore dello European Tour ha avuto un rendimento straordinariamente costante dall’inizio dell'anno, posizionandosi nove volte nella Top 10 e ottenendo una vittoria storica all'Omega Dubai Desert Classic.

L’inglese ha rappresentato l’Europa alla Ryder Cup nel 2004, 2006, 2008 e 2018 ed è rimasto imbattuto per nove dei 12 match disputati nei quattro eventi.

Nel 2018, dopo aver aperto con una sconfitta in coppia con il rookie Tyrell Hatton nei match fourball del venerdì, Casey ha portato a casa una vittoria 3&2 con lo stesso Hatton nei match fourball del sabato. In seguito, ha ottenuto un impressionante mezzo punto contro Brooks Koepka, che all'epoca era numero tre al mondo.

In passato, Casey ha trionfato all'HSBC World Match Play Championship e ha vinto due dei tre play-off giocati.

Matt Fitzpatrick

Fitzpatrick è alla sua seconda partecipazione alla Ryder Cup, ottenuta attraverso la World Points List, che gli aperto le porte per entrare nella squadra di Harrington. L'inglese ha debuttato nel 2016 e farà del suo meglio per finire dalla parte dei vincitori al termine della settimana a Whistling Straits.

Dopo aver vinto il DP World Tour Championship di Dubai alla fine del 2020, l'evento che chiude la stagione dello European Tour, Fitzpatrick è apparso costante e determinato anche nei mesi successivi. Nel 2021, infatti, il sei volte vincitore dello European Tour si è classificato sei volte nella Top 10, garantendosi il piazzamento automatico nella World Points List.

Tommy Fleetwood

Fleetwood ha debuttato nella Ryder Cup nel 2018, giocando insieme a Francesco Molinari e vincendo tutti e quattro i match disputati a Le Golf National. L’inglese spera di potersi ripetere dopo essersi guadagnato la sua seconda partecipazione come componente del team europeo. Mentre ci si avvia all’ultima settimana di qualificazioni, Fleetwood, che attualmente occupa la seconda posizione nella European Points List con 6.221,52 punti, ha il posto garantito sul volo per il Wisconsin.

La coppia Molinari-Fleetwood è stata la prima a vincere tutti e quattro i match nella competizione di Parigi, e la loro sintonia sul green (ma anche lontano dai campi) ha catturato l'attenzione dei media, che hanno coniato per la coppia il nickname ‘Moliwood’.

Nonostante non abbia vinto quest’anno, Fleetwood ha chiuso quattro volte nella Top 10 e appare in ottima forma dopo essere arrivato secondo la scorsa settimana al DS Automobilies Italian Open, ospitato dal Marco Simone Golf & Country Club, sede della Ryder Cup 2023.

Sergio Garcia

Veterano della Ryder Cup con nove partecipazioni all'attivo, lo spagnolo è diventato il miglior realizzatore di tutti i tempi con 25,5 punti ottenuti nell'edizione del 2018. Garcia è rimasto imbattuto nei primi due giorni al The K Club nel 2006: in quell'occasione è diventato l'unico golfista, dopo Ian Woosnam, capace di vincere tutti e quattro i punti dei suoi match foursome e fourball.

Due anni prima, lo spagnolo era diventato il sesto golfista nella storia di questo sport a ottenere 4,5 punti sui 5 disponibili nella Ryder Cup a Oakland Hills. Nel 2010, è stato uno dei vice capitani di Colin Montgomerie al Celtic Manor: in quell'occasione, il team Europa vinse per un solo punto di distacco. Garcia ha vinto il suo primo Major Championship al Masters Tournament del 2017, battendo ai play-off Justin Rose, suo compagno di squadra alla Ryder Cup.

Tyrrell Hatton

Hatton ha debuttato nella Ryder Cup nel 2018, dopo essersi qualificato per entrare a far parte del team europeo di Thomas Bjørn, risultato poi vincitore della competizione. Per Hatton si tratta pertanto della seconda partecipazione consecutiva, la prima lontano da casa.

A Parigi, Hatton ha raccolto un punto dai tre match disputati, ottenuto giocando al fianco di Casey nei match fourball della domenica.

Dalla sua partecipazione vittoriosa alla Ryder Cup 2018, Hatton ha registrato quattro vittorie, che includono il Turkish Airlines Open, il BMW PGA Championship e l’Abu Dhabi HSBC Championship, tutti eventi Rolex Series dello European Tour, oltre all’Arnold Palmer Invitational del PGA TOUR. Dopo aver iniziato il 2021 con la vittoria ad Abu Dhabi, Hatton si è classificato tre volte nella Top 10.

Viktor Hovland

Hovland si è già garantito un posto nella Ryder Cup in programma a Whistling Straits, diventando così il primo norvegese a rappresentare l’Europa in questa competizione.

Il ventitreenne ha già stabilito diversi record nazionali e inanellato una serie impressionante di risultati positivi dal suo debutto come professionista. Nel febbraio 2020, con la vittoria ottenuta al Puerto Rico Open, è diventato il primo norvegese ad aver vinto un PGA TOUR; a dicembre ha poi ottenuto una seconda vittoria di prestigio al Mayakoba Golf Classic.

L’anno successivo, con il trionfo al BMW International Open di giugno, è diventato il primo norvegese ad aver vinto allo European Tour.

Grazie alla recente vittoria in Germania, Hovland ha registrato sette piazzamenti nella Top 6, assicurandosi un posto nel team di Harrington.

Il giovane talento norvegese conta anche un impressionante match play record da non professionista, essendo uscito imbattuto dal Jacques Leglise Trophy del 2015, e diventando il primo giocatore norvegese amatoriale ad aver vinto lo U.S. Amateur Championship (2018).

Shane Lowry

Quest'anno, l'irlandese ha registrato la sua prova migliore allo U.S. PGA Championship, ospitato all'interno del Kiawah Island Resort, dove si è classificato al quarto posto a seguito di un pareggio proprio con il suo capitano, Harrington. Successivamente, si è classificato sesto al Memorial e ha ottenuto altri due piazzamenti nella Top 10 nel 2021.

Rory McIlroy

Il quattro volte campione di Major conta già quattro vittorie nella Ryder Cup e partirà alla volta di Whistling Straits cercando di ottenere la quinta, dopo aver contribuito al successo nel torneo Le Golf National ottenuto tre anni fa dal team europeo contro gli Stati Uniti.

Dal suo debutto nel 2010, McIlroy è diventato uno dei giocatori della Ryder Cup di maggior successo ed esperienza. In totale, il nordirlandese ha disputato 24 match vincendone 11, pareggiando quattro volte e perdendo nove, totalizzando 13 punti.

Il 2021 per il nordirlandese è iniziato brillantemente con un terzo posto ad Abu Dhabi, seguito dalla vittoria al Wells Fargo Championship del PGA TOUR di maggio.

Da allora, si è classificato tre volte nella Top 7, con il quarto posto individuale ottenuto al BMW Championship come miglior posizionamento.

McIlroy ha ritrovato la forma migliore nel periodo più indicato, essendosi classificato fuori dalla Top 14 soltanto una delle ultime cinque volte, e qualificandosi tramite la European Points List.

Ian Poulter

Ian Poulter, soprannominato “il Postino” perché “porta sempre a casa” ottimi risultati alla Ryder Cup, è uno dei veterani della competizione. Nessuna sorpresa quindi nel vederlo inserito nella squadra che parteciperàalla Ryder Cup 2021, alla luce delle ottime prestazioni del golfista inglese in occasione delle sue sei precedenti partecipazioni.

Poulter ha perso soltanto sei dei 22 match disputati alla Ryder Cup ed è imbattuto nei match individuali. In particolare, resta memorabile la sua prestazione nel 2012, al Medinah Country Club, dove vinse tutti e quattro gli incontri consentendo al team Europa di portare a termine una rimonta insperata. Durante i match fourball del sabato pomeriggio, Poulter e Rory McIlroy erano sotto di due con sei ancora da giocare, quando l'inglese è stato protagonista di un finale eroico, mettendo a segno cinque birdie consecutivi e guadagnando il punto che avrebbe dato alla squadra la convinzione di poter vincere la Ryder Cup 2012.

Con quattro posizionamenti nella Top 10 quest'anno, Poulter si presenterà all'evento in fiducia e pronto a stupire ancora.

Jon Rahm

Rahm, numero uno al mondo, si è garantito l'ingresso nella squadra europea per la seconda volta consecutiva, dopo aver espresso nelle qualificazioni il miglior golf a livello europeo, dominando entrambe le classifiche.

E non è una sorpresa, considerando che quest'anno ha vinto il suo primo trofeo Major agli U.S. Open, terminando per ben 13 volte nella Top 10 e raggiungendo contemporaneamente la vetta della graduatoria mondiale del golf.

Rahm ha debuttato nella Ryder Cup di Parigi nel 2018, dopo essersi qualificato automaticamente per il team europeo capitanato da Bjørn. Dopo aver perso di misura i primi due match, Rahm è riuscito nell'impresa memorabile di battere Tiger Woods nelle sfide individuali 2&1, permettendo a tutti i giocatori del team europeo di assicurarsi almeno un punto nell'arco di tre giorni.

Con un Rahm che acquisisce sempre più esperienza, il team Europa potrà certamente rappresentare una minaccia per tutti a Whistling Straits.

Lee Westwood

Westwood è un veterano della Ryder Cup e si appresta a fare la sua 11ª apparizione nel team Europa, eguagliando così lo storico record di presenze di Sir Nick Faldo. Dal suo debutto nella Ryder Cup nel 1997, Westwood ha totalizzato 23 punti per la sua squadra e ha vinto la competizione in sette occasioni, e siamo certi che proverà a migliorare ulteriormente questi numeri già di per sé straordinari, con la partecipazione all'edizione in programma a Whistling Straits.

Dopo aver partecipato alla Ryder Cup 2018 come vice capitano, Westwood ha vinto altre due competizioni: il Nedbank Golf Challenge 2018, uno degli eventi Rolex Series dello European Tour, e l'HSBC Championship, altro evento Rolex Series disputato ad Abu Dhabi nel 2020. Quest'anno Westwood ha già ottenuto tre secondi posti.

Bernd Wiesberger

Vincitore in Austria del Made in HimmerLand, torneo dello European Tour, Wiesberger debutterà nella Ryder Cup grazie alla qualificazione ottenuta attraverso la European Points List. L'austriaco si trovava ai margini degli ultimi posti utili a garantirgli la partecipazione alla Ryder Cup, ma grazie a un piazzamento ottenuto nell'ultima settimana di qualifiche, Wiesberger si è assicurato per la prima volta l'ingresso nella squadra europea e lo vedremo a Whistling Straits.

Oltre alla vittoria casalinga, Wiesberger si è classificato tre volte nella Top 6, incluso l'ottimo secondo posto agli Omega European Masters. Il golfista austriaco è abituato alle pressioni, avendo ottenuto otto vittorie nei tornei dello European Tour, tra cui due eventi Rolex Series nello stesso anno (2019): l'Aberdeen Standard Investments Scottish Open e l'Italian Open.

Sign Up for our Newsletter
Enter your email address to receive updates on changes in rankings and important announcements.
We appreciate your interest in and excitement for The Ryder Cup. We will be sharing important updates as they become available.
There has been an error in your submission. Please try again.